È ora di accomodarsi a tavola!

Sono sicuro che se sceglierete due artisti attenti e competenti non correrete il rischio di trasformare questo momento in una mangiata in piazza né in una noia mortale.

Ci sono infatti alcuni aspetti legati alla musica che potrebbero contribuire non poco alla riuscita del vostro pranzo o della vostra cena di nozze…

Tre su quattro dipendono direttamente dagli artisti che avete scelto, uno invece dipende da voi!

Scopriamo insieme questi 4 rischi.

IL VOLUME

Spesso ad un matrimonio la gente non si vede da molto tempo e coglie l’occasione per conversare, soprattutto a tavola: chissà quante cose ha da raccontarsi!

La musica in questo caso ci deve essere, ma come semplice sottofondo.

Il volume non dev’essere al minimo, altrimenti si rischia di distruggere l’atmosfera elegante del tuo ricevimento. Non vorrai certo creare un clima da sala mensa!!!

Ricordatevi inoltre che gli invitati sono tanti, e non tutti hanno sempre qualcosa da dire, quindi la musica tiene compagnia e riempie quei vuoti.

Allo stesso tempo il volume non dev’esser troppo alto, in modo da permettere ai vostri ospiti di chiacchierare agevolmente. La gente non può di certo allontanarsi perché sente troppo “rumore”!

Iniziare il pranzo con una playlist di canzoni originali (non cantate dal vivo) ad un volume medio-basso è per noi la scelta più indicata.

In questo modo sarete sicuri di mangiare tranquilli, girare tra i tavoli a fare i brindisi di rito senza essere assordati e disturbati, ma al contrario accompagnati dalla musica.

LA DISPOSIZIONE DEGLI OSPITI

Eh sì, il volume a volte non basta!

Perché gli invitati sono tanti e non tutti pensano allo stesso modo.

C’è infatti da dire che da che mondo è mondo, dove c’è la musica ci sarà sempre qualcuno che si lamenterà del volume.

Quello che quindi consigliamo di fare è di disporre le persone che sapete essere più indisposte nei confronti della musica – generalmente gli anziani, ma non per forza – nei tavoli più lontani dalla postazione dei cantanti.

Se poi la location dispone di filodiffusione (un particolare impianto che può trasmettere la musica con lo stesso volume omogeneo in tutta la sala) tutto diventa più facile, perché a quel punto anche chi è più lontano potrà godere della vostra bellissima colonna sonora.

Ma il consiglio di prima rimane sempre e comunque valido, perché la zia Giovanna potrebbe essere particolarmente infastidita anche con un volume molto basso, ostacolando non poco il lavoro dei musicisti!

EVITATE L’ABBIOCCO!

C’è un momento morto, solitamente il passaggio tra i primi ed i secondi, in cui la gente comincia ad accusare la famigerata “fase abbiocco”.

È allora che bisogna intervenire con dei live frizzanti o con qualcosa di speciale che ravvivi l’ambiente.

Dopo molti brindisi e conversazioni, l’attenzione dell’ospite cercherà inevitabilmente nuovi stimoli e la musica è quella che più si presta a darli.

Sarà inoltre uno dei momenti in cui anche voi potrete godervi con più tranquillità la colonna sonora che avrete scelto. È quindi un buonissimo punto in cui inserire alcune delle vostre canzoni preferite.

A questo punto noi proponiamo di organizzare un momento personalizzato, magari ispirato alle origini degli sposi, a una loro passione, o altro.

È un modo insolito ma di grande impatto per staccare e dare una ventata di aria fresca al vostro ricevimento. E proprio perché insolito, regalerebbe al vostro matrimonio qualcosa di veramente unico, di mai visto prima, che rimarrà di certo impresso nei ricordi di tutti i vostri invitati!

E ve ne accorgerete quando a distanza di anni se ne parlerà ancora 😉

Se vi state domandando di costa stiamo parlando, vuol dire che non avete ancora ricevuto un nostro preventivo, quindi che aspettate a contattarci?!?

OCCHIO ALLA SAGRA!

Molti cantanti-intrattenitori propongono di svegliare la gente con una Macarena o un Hully Gully, intervallandoli con giochi e burle dal genere carnevalesco…
Ecco, tutto ciò è quanto di più lontano dal nostro stile e dalla nostra filosofia.

A noi non piace l’atmosfera caciarona da villaggio in cui tutti si alzano a fare il trenino e i balli di gruppo come fosse una sagra di paese.

Intendiamoci, non è sbagliato, ma non rispecchia il nostro stile.

Se però gli sposi dovessero gradire qualcosa di più movimentato, abbiamo colto l’essenza di questo tipo di animazione, rendendola decisamente più elegante ed efficace.

Questo è stato possibile grazie all’esperienza che abbiamo avuto per molto tempo in Italia e all’estero, in resort e hotel di alta categoria, in qualità di responsabili dell’intrattenimento.

Avere a che fare con ospiti di nazionalità molto differenti dalla nostra (perché si sa che l’italiano è molto più festaiolo) ci ha permesso di calibrare anche questo tipo di attività, senza abbassare il livello di intrattenimento.

CONCLUSIONE

Il pranzo è lungo, quindi va trattato con la giusta attenzione.

Anche la musica ha le sue responsabilità, quindi assicuratevi di delegare la vostra colonna sonora a qualcuno che possa aiutarvi a rendere il vostro matrimonio perfetto sotto ogni aspetto.

So che non è facile, ma oggi avete l’opportunità di conoscere due grandi professionisti del settore e di depennare dalla vostra Wedding-List uno dei punti più importanti, lasciando il vostro matrimonio in buone mani (e buonissime voci)!

Clicca QUI se vuoi approfittare dell’occasione.

Vi assicuriamo che non ve ne pentirete 😉

Fate del vostro matrimonio un elegantissimo sogno.
Valentina & Daniel
The Power of Love


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.