Qualche giorno fa alcuni futuri sposi ci hanno chiesto:

“Come organizzereste il ricevimento dal punto di vista musicale?”

Visto che non è la prima volta che ci viene chiesto ho deciso di dedicare a questo argomento un articolo del nostro Blog.

Partiamo dalla premessa che noi abbiamo un modello “standard” di matrimonio, ma lo adattiamo sempre all’idea di ricevimento che hanno gli sposi, ai loro gusti e necessità.

Infatti se penso a tutti i matrimoni di cui abbiamo curato la colonna sonora, faccio fatica a ricordarne due uguali.

Questo sia perché gli sposi sono diversi e hanno tra loro di fatto una visione del ricevimento diversa, sia perché gli eventi, le sorprese inaspettate e anche gli imprevisti cambiano le carte in tavola e influiscono sull’ordine prestabilito dell’intrattenimento.

Per imprevisti intendo ad esempio il tempo atmosferico, un ritardo del servizio di catering e cose del genere, che ahimè ogni tanto succedono e bisogna saper gestire!


Insomma, nulla di cui preoccuparsi SE gli artisti sono spigliati e flessibili.

A parte ciò, ecco la struttura base di un nostro intrattenimento, che è quella dalla quale partiamo per poi personalizzarlo in base a gusti e bisogni degli sposi.
È l’esempio di un matrimonio mattutino, ma vale lo stesso con quello pomeridiano.

Per tenere tutto sotto controllo, preferiamo essere alla location del ricevimento almeno 2 ore prima.

Questo è uno dei motivi per cui non offriamo il servizio durante la cerimonia, se non in casi particolari (come matrimoni civili con cerimonia e ricevimento nella stessa location).

Dopo di che, dall’arrivo dei primi invitati fino alla fine dell’aperitivo, proponiamo di base un repertorio elegante, fresco e frizzante, interamente cantato dal vivo.

Lo Swing è quello che per noi più si adatta a questa situazione, anche perché è un genere che piace a moltissimi, come spieghiamo bene in un altro articolo (“Qual’è la giusta musica di benvenuto per i vostri ospiti?”).

Durante il pranzo preferiamo lasciare della musica di sottofondo, con una playlist costruita sui gusti della coppia, e cantare qualche canzone tra le portate principali.

Quello tra la fine del pranzo e il taglio della torta è in genere il momento in cui cominciamo a far alzare un po’ gli invitati, prima che si addormentino sui piatti 🙂 facendoli sgranchire un po’ con la musica latina, il rock’n’ roll, la disco 70-80 o un genere deciso in precedenza con gli sposi.

Questo è anche il momento principale nel quale far susseguire con il giusto senso gli eventi speciali: eventuali sorprese degli amici, il primo ballo, il lancio del bouquet, ecc… anche se alcuni di questi stanno bene anche immediatamente dopo il taglio della torta.

Gli eventi speciali in genere li decidiamo insieme agli sposi, ma non manchiamo di consultare il catering e la location, che potrebbero avere particolari esigenze logistiche.


Eccoci quindi giunti al taglio della torta, che enfatizziamo con una delle canzoni preferite dagli sposi.

Questo momento è un vero e proprio spartiacque, dopo il quale gli ospiti cominceranno pian piano ad abbandonare la location, dopo ore di festeggiamenti.

Ma altri rimarranno per continuare a festeggiare: è qui che solitamente partiamo con una dj session, mixata dal vivo e pronta a far scatenare tutti gli invitati rimasti!

Come spieghiamo sempre, non abbiamo un limite di orario quindi stiamo sul posto fino a quando ci siete voi, per essere la colonna sonora fino all’ultimo istante del vostro matrimonio.

Se dovessi avere qualche dubbio o curiosità non esitare a contattarci o a lasciare qualche commento qui sotto: saremo felicissimi di risponderti 😉

Se ancora non conosci i nostri servizi, clicca QUI per avere maggiori informazioni!

Valentina e Daniel
The Power of Love


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.