Oggi non voglio dilungarmi sulla relativa importanza di un sopralluogo in location da parte dei musicisti (se parliamo di professionisti ben attrezzati, ovviamente)…

Ne ho già parlato bene in QUESTO ARTICOLO.

Ma voglio parlarvi dell’ultima nostra esperienza a riguardo, che conferma esattamente ciò che pensiamo.

Per ragioni di privacy parlerò sempre con dei nomi fittizi, ma i fatti sono esattamente quelli.

 

Ad uno dei nostri ultimi matrimoni siamo arrivati con le nostre due ore abbondanti di anticipo, per predisporre tutto e prepararci al grande evento.

Eravamo in questo enorme e bella location, dove nel bellissimo e curatissimo giardino si sarebbe tenuto il rito civile di Marta e Alessandro.

Appena arrivati abbiamo chiesto indicazioni riguardo l’attacco della corrente e il nostro posizionamento.

La persona che gestiva la location si è subito preoccupata, stupita del fatto che non fossimo andati a fare un sopralluogo, secondo lei assolutamente necessario.

Ma in 5 minuti e con 2 domande precise abbiamo capito la situazione e risolto il problema (che poi per noi problema non era…).

Stop.

Finito l’aneddoto.

Niente di che come magari ti aspettavi, ma questa nostra esperienza sottolinea ancor più quanto – magari per esperienze passate con musicisti impreparati – i gestori di una location siano esageratamente convinti che una visita alla location da parte dei fornitori debba essere sempre fatta…

 

Come si può pensare che un fornitore vada a fare un sopralluogo alla location prima del giorno del matrimonio, perdendo una giornata di lavoro e investendo i soldi per una trasferta in più, tutto questo gratuitamente?

Ai musicisti serve solamente sapere dove sta l’attacco della corrente e l’idea di distanza fra i vari spazi dove si terrà il ricevimento, tutte informazioni che possono essere date tranquillamente a telefono, qualora la location ne sentisse la necessità.

Noi comunque, oltre ad informarci per conto nostro sulla location e a chiedere agli sposi di farci qualche foto durante uno dei loro diversi sopralluoghi, abbiamo sempre e comunque Piani B, C e D di qualsiasi tipo: dalla pioggia, alla molta distanza, all’attacco industriale eccetera eccetera…

 

Quindi… sti sopralluoghi non sono per niente utili?

Non diciamo che sino totalmente inutili, ma non sono per niente NECESSARI.

Parliamoci chiaro… c’è chi un sopralluogo lo fa comunque, ma in tali casi le opzioni sono due:

– o il tempo e i soldi investiti sono più che coperti dal prezzo del servizio

– oppure il fornitore usa parte del proprio sudato cachet per coprire queste spese per far contenta la location

Noi sinceramente non vogliamo far pagare agli sposi più del necessario, ma allo tesso tempo non vogliamo toglierci dei soldi inutilmente…

Dimenticavo una terza opzione…

Forse il fornitore ha veramente bisogno di fare un sopralluogo, perché non è abbastanza esperto per poter prendere delle decisioni sul momento, ma non è il nostro caso o di chi come noi non fa solo un paio di matrimoni l’anno…

 

Quindi NON facciamo sopralluoghi prima del matrimonio, a meno che siano gli sposi stessi a richiederlo (magari lo desidera anche la location), chiedendo però un piccolo extra per coprire le spese di trasferta.

Spero di essere stato chiaro con te che stai leggendo, ma soprattutto con tutti quelli convinti del contrario 🙂

A presto 😉


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.